Microsoft e quel trucco per costringerti ad installare Windows 10: occhio alla nuova schermata!

Microsoft e quel trucco per costringerti ad installare Windows 10: occhio alla nuova schermata!

È prevista un’ondata di aggiornamenti a Windows 10 nelle prossime settimane. Non tanto perché gli utenti vogliono affrettarsi a sfruttare la promozione gratuita finché possibile, ma soprattutto perché Microsoft ha iniziato ad usare un ingegnoso trucchetto che spinge l’utente ad effettuare l’aggiornamento. Attraverso un aggiornamento dell’applicazione Ottieni Windows 10, infatti, si può lanciare inavvertitamente l’installazione del nuovo sistema operativo.

Non è la prima volta che parliamo di notifiche invasive o di aggiornamenti installati accidentalmente e ancora una volta Microsoft cerca di adottare una strategia aggressiva per spingere gli utenti a passare al nuovo sistema operativo. La società puntava, al lancio, ad installare 1 miliardo di copie di Windows 10 in 3 anni, cifra che stando alle proiezioni potrebbe non arrivare nonostante tutte le politiche adottate. Neanche la parolina magica “gratis” è riuscita a smuovere le masse come sperato.

Windows 10 aggiornamento forzato

E Microsoft ci prova ancora una volta con un trucchetto un po’ subdolo, paragonato ad un malware sulla grande rete. A parlarne sono stati un po’ tutti, dai generalisti ai più tecnici: con l’ultimo aggiornamento dell’app Ottieni Windows 10, effettuato in background, è sufficiente cliccare sulla X in alto a destra della finestra per dare il via all’installazione di Windows 10. Esatto, la stessa X con cui da sempre su Windows si chiude una finestra per passare ad altro.

In questo caso, Ottieni Windows 10 diventa una sorta di banner di notifica che avverte l’utente dell’imminente installazione del sistema, che viene lanciata se si preme il tasto X. È da notare anche che la stessa unica operazione con cui negli scorsi mesi ci potevamo sbarazzare della notifica, che ufficialmente non si poteva disattivare, adesso porta all’operazione opposta: premendo la X di chiusura si fa partire l’installazione del nuovo sistema operativo.

Essendo un’azione che abbiamo fatto più e più volte negli scorsi periodi, non è improbabile cliccare per abitudine sul tasto aspettandosi la stessa “risposta” di sempre. E invece no: cambiando questa piccola caratteristica nella schermata di notifica, Microsoft ha ingannato parecchi utenti con l’installazione quasi forzata del sistema operativo sul loro computer. Certo, si può tornare alla versione precedente dopo l’installazione, ma come dicono i saggi il tempo è denaro.

Ottieni Windows 10 deve funzionare così, secondo Microsoft, con l’obiettivo di ricordare all’utente quando (e non se) l’aggiornamento verrà installato: “La notifica indica che il tuo aggiornamento a Windows 10 avverrà all’orario indicato, a meno che non selezioni le opzioni Upgrade now o Click here to change upgrade schedule or cancel scheduled upgrade. Se premi su OK o sulla X rossa, sei pronto per l’aggiornamento e non hai bisogno di effettuare altre operazioni“.

Dalla finestra è possibile naturalmente pianificare un’altra tempistica per l’aggiornamento o cancellarlo del tutto, quindi per aggirare il problema è sufficiente un minimo di attenzione. Il consiglio per chi non vuole Windows 10, o almeno non al momento, è comunque quello di installare un tool per la rimozione coatta della schermata, come GWX Control Panel o Never10. Intendiamoci, secondo noi Windows 10 è un gran sistema operativo e un bel passo in avanti rispetto al passato.

Supera Windows 7 in termini di velocità, reattività e fluidità durante l’uso, è rivolto al futuro con le app universali ed è un’evoluzione eclatante rispetto a Windows 8 sul piano dell’interfaccia grafica, adesso più coerente fra app mobile e desktop e realmente fruibile. È tuttavia un diritto per gli utenti scegliere se installarlo o meno, operazione che Microsoft vuole in qualche modo forzare sfruttando, probabilmente, le scarse competenze degli utenti meno navigati ed esperti.
FONTE: Hwupgrade.it