Google aumenta la tracciabilità

Google aumenta la tracciabilità

Quest’estate sono cambiate le regole che separavano i dati di DoubleClick da quelli di Google

Tenere separate le informazioni di cui Google viene in possesso attraverso gli account degli utenti sulle sue piattaforme dall’enorme database di DoubleClick, l’azienda di tracking e pubblicità che comprò nel 2007, è stata una delle regole salde sin dall’epoca dell’acquisizione. Fino a quest’estate, almeno. Poi qualcosa è cambiato: la separazione non era più data per scontata, ma sarebbe dipesa alle impostazioni dei propri account.
Le attività degli utenti su siti e app potrebbero essere associate con altre informazioni. “Potrebbero”, dice Google, ma è comunque un condizionale non indifferente, al quale è necessario porre attenzione.

Come chiamarsi fuori da tutto ciò? Andare su Gestione Attività dal proprio Account Google — cliccando >Le mie attività >Menù a sinistra> Gestione Attività — e spuntare la voce “Includi la cronologia di navigazione di Chrome e le attività su siti e app che utilizzano servizi Google”.

FONTE: Wired